La foto di Sabina mi fa pensare che la fotografia smartphone…

Corgeno, iPhone 6 plus, fotografare col cellulare, fotografare con Smartphone, fotografia smartphone, fotografia, smartphone
Corgeno (VA), iPhone 6 Plus, foto di Sabina Casaluci

Ieri la mia amica Sabina (Instagram: Sabydogo) -una persona squisita, amante dei cani e della fotografia- mi ha inviato una sua foto e, col suo permesso, ho deciso di pubblicarla. E’ la foto che vedete qua sopra.

L’immagine, che a me piace moltissimo. sia per le simmetrie, che per i colori e la drammaticità, è stata scattata con un iPhone 6 Plus e lavorata successivamente con Snapseed. Al di là della bellezza, questo scatto mi porta a riflettere con voi su alcuni aspetti…

E’ il tuo occhio, non la macchina

La capacità di Sabina di aver colto un momento così bello, sfruttando la simmetria del riflesso del cielo e del bosco nel lago è quello che ha reso questa foto vincente. Ci sono persone che, persino con una reflex ultraprofessionale, non scatteranno mai nella vita fotografie così gradevoli. E ci sono persone che armate di uno smartphone cinese da 100 Euro immortaleranno scatti memorabili. Non è la fotocamera o lo smartphone che renderà la tua foto migliore, bensì il tuo occhio. Certo, l’ottimo iPhone 6 plus aiuta tanto, ma mille cose avrebbero potuto prendere la piega sbagliata e rovinare la foto. L’orizzonte storto, la presenza di elementi di distrazione, un cattivo lavoro di post produzione. L’occhio è tutto.

Scatta in automatico e non pensarci più

Sabina ha scattato questa foto in modalità automatica. Anche questo mi fa riflettere sui vantaggi enormi che un cellulare ha rispetto ad una macchina fotografica convenzionale. Io ho avuto diverse compatte, poi una reflex Nikon D90 e infine una Fuji X-E2 (che reputo stupenda e con cui mi trovo benissimo). Ogni volta ho voluto che il dispositivo avesse sempre più opzioni, fosse sempre più personalizzabile, che si potesse regolare ogni singolo parametro. Eppure questo non ha contribuito, se non in misura minima, alla qualità delle mie fotografie. La verità è che avere la possibilità di regolare tutti i parametri della macchina (tempi, diaframma, ISO etc.) consente sì di ottenere risultati più vicini a quello che volevamo, ma quest’eccesso di opzioni rischia anche di distrarci e farci perdere l’attimo decisivo, che è quello che vogliamo dalle nostre fotografie. Io utilizzo la fotocamera dello smartphone principalmente per documentare la mia vita (come ho spiegato nel post “Documenta la tua vita nelle foto col cellulare“) e credo che quasi tutti la usino con questa finalità. Meglio allora sfruttare la tecnologia (alla fine se uno smartphone costa tanto è anche perché ci sono stati dei progettatori che hanno programmato quegli automatismi) e concentrarsi su composizione e cattura dell’attimo, come ha fatto Sabina.

Mano in tasca, prendi il cellulare e cattura la bellezza

Sabina ha visto un paesaggio che ha trovato rilassante. Il cielo si stava annuvolando e i colori cupi promettevano l’arrivo di un temporale. Tuttavia questo momento, anziché intaccare la bellezza del lago, l’ha esaltata e Sabina ha fatto quello che io cerco sempre di fare e che invito anche te a fare: ha messo la mano in tasca, ha estratto il suo iPhone e ha scattato. E non una sola foto. Ne ha scattate diverse, scegliendo alla fine quella migliore e lavorandola su Snapseed. Catturare la bellezza è anche questo.

Ed ecco cosa posso offrirti

Se ti va possiamo fare questo patto: iscriviti alla mia pagina FB (clicca qui) e contattami. Mandami le tue foto scattate col cellulare. Pubblicherò le migliori in questo blog (ovviamente dando visibilità all’autore e indicando anche il tuo profilo Instagram). In questo modo le tue foto migliori, se lo vorrai, avranno la giusta visibilità.

I commenti e le condivisioni sono sempre graditi e, sicuramente, la foto di Sabina merita entrambi.

Namasté!

Marco Benini

ps: i social sono una grandissima risorsa per scambiarsi foto, commenti, connessioni, restare in contatto ed evolvere il proprio pensiero. Mi trovi su questi social:

Facebook: Fotografare col Cellulare

Twitter: FotoColCell

Instagram: photowithmobile

 

Commenti